Notizie
VENTOTENE: inaugurazione del dissalatore •PDF• •Stampa• •E-mail•

Giunge a conclusione salvo novità dell'ultima ora la telenovela del dissalatore di Ventotene. Il relativo  protocollo, firmato il 29/09/2015, è stato finalmente portato a conclusione nonostante i ripetuti ostacoli che la nuova Amministrazione ha creato dall'estate scorsa. Il top è stata l'ordinanza che ha causato il reimbarco dell'impianto sul traghetto respinto sul molo di Ventotene e ritornato a Formia a caro prezzo trattandosi di un trasporto eccezionale.

Vari ricorsi al TAR, tutti regolarmente respinti, hanno causato un ritardo notevole con relativi costi che ovviamente abbiamo richiesto che siano messi a carico del Comune stesso.

Altra perla, ancora più incomprensibile, è la decisione mai giustificata da parte della stessa Amministrazione di richiedere l'immediata chiusura del Punto Acqua allestito, a spese di Acqualatina, in una stanza messa a disposizione  dall'Amministrazione precedente e molto apprezzato dalla cittadinanza alla quale veniva così evitato il fastidio di una trasferta sulla terraferma.  Infatti la brillante idea ha costretto, e costringe tuttora, gli abitanti di Ventotene a recarsi a Formia via mare per la più semplice pratica o informazione. Sinceramente la ratio di tale decisione ci è del tutto ignota!!

A questo proposito si è mossa anche Acqualatina che ha richiesto al comune il rimborso delle spese, non certo trascurabili, sostenute per allestire e poi smontare il Punto Acqua che ha aperto per poche settimane fino alla imposizione di chiusura.

L'attivazione ufficiale del dissalatore è stata fissata ufficialmente  al 24 ottobre in occasione della cerimonia ufficiale cui sono state invitate tutte le Autorità regionali, provinciali e locali nonché quelle in qualche modo collegate al Sistema Idrico, mare permettendo!

 
ASSEMBLEA OTUC 3 OTTOBRE 2017 •PDF• •Stampa• •E-mail•

E' stata convocata l'assemblea delle associazioni OTUC per il giorno martedi 3 ottobre 2017 ore 15.30 presso la sala Loffredo c/o la Provincia di Latina con il seguente Ordine del giorno:

1) Elezione di un membro del Comitato di Presidenza OTUC a seguito della nuova struttura del CRUC regionale
2) Crisi idrica del sud pontino
3) Sviluppi del problema delle Partite pregresse
4) Attribuzione dei  costi per il dissalatore di Ventotene 
4) Discussione sugli investimenti effettuati MTI 2014, 2015 e quelli programmati nel MTI 2016, 2017 
5) Attività promozionali 2017
5) Varie ed eventuali

OTUC  LATINA 

 
NUOVA EMAIL OTUC •PDF• •Stampa• •E-mail•

Si comunica per opportuna informazione il nuovo indirizzo email dell'OTUC confermando nel contempo quello PEC:

 

__  email:     •Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.•

__  PEC :       •Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.•

 

Il vecchio indirizzo resterà attivo in lettura per i prossimi due mesi.

OTUC Segreteria

 
PARTITE PREGRESSE: CHIEDIAMO CHIARIMENTI! •PDF• •Stampa• •E-mail•

Nelle bollette del corrente anno si è notato un notevole incremento della componente tariffaria "Partite Pregresse" rispetto a quanto addebitato in passato. Molti si chiedono in cosa consistano e come vengono calcolate. Naturalmente anche le associazioni OTUC hanno notato la cosa e quindi abbiamo inoltrato in data 30/6/17 una richiesta ad Acqualatina di chiarimenti. 

Con una garbata risposta ci è stato espresso quanto già ben sapevamo, ovvero la genesi delle partite pregresse. Si parla sempre però in linea generale, senza ovviamente alcun riferimento alla singola utenza.

In sintesi si  tratta dell'addebito all'utenza dei mancati incassi e maggiori spese rispetto alle previsioni di bilancio fino a tutto il 2011 secondo normativa AEEGSI. La Conferenza dei Sindaci, molto comprensiva all'epoca per le richieste del gestore, ha approvato nel 2011 e nel 2014 i conteggi presentati da Acqualatina tenendo conto anche dell'aumento tariffario annuale previsto. L'importo totale richiesto, ben 43 milioni, è stato rateizzato nell'arco di 8 anni con valori annuali diversi. Il picco  si ha nell'anno in corso dove vengono addebitati, in aggiunta alla solita tariffa, ulteriori  12 milioni. Poi si andrà avanti, dal 2018 fino al 2021, per altri 16 milioni  (10+2+2+2).

Questo è quanto ci risulta. Al momento stiamo verificando i presupposti legali della procedura, ma l'addebito alle singole utenze? Come è stato calcolato? Per verificarne la correttezza, occorre che ogni utente richieda precise informazioni in merito  e le confronti con quanto risulta in bolletta, cosa non sempre alla portata di tutti.

Per ulteriori informazioni e permettere, a chi vuole cimentarsi nell'impresa, la verifica dell'intera procedura,  abbiamo preparato un modulo, allegato e scaricabile cliccando QUI e in distribuzione gratuita presso le associazioni OTUC,   da compilare e spedire per posta elettronica o posta normale. In tal modo si potranno ottenere dal gestore  spiegazioni complete e i dati individuali  per verificare quanto viene richiesto. Naturalmente ci si può rivolgere alle singole associazioni per ottenere assistenza.

OTUC LATINA

 
ACQUA: sempre peggio! •PDF• •Stampa• •E-mail•

Crisi idrica: i giorni passano, il problema resta, anzi si aggrava.

La crisi idrica, complice l'assoluta mancanza di piogge, si complica anche per effetto degli incendi boschivi appiccati quasi sempre da sconsiderati delinquenti.  

Così accade che a  Cisterna un incendio ha messo fuori uso il dearsenificatore. In conseguenza buona parte della zona nord della provincia è tornata a rifornirsi con le autobotti.  Al sud l'acqua arriva a mancare per giornate intere. In tutta l'ATO4 l'arsenico torna a crescere in maniera preoccupante  in quanto manca una adeguata diluizione.

Gli utenti giustamente non ci stanno e le manifestazioni di protesta, con contorno di esposti vari, si moltiplicano.

 
<< •Inizio• < •Prec.• 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 •Succ.• > •Fine• >>

•Pagina 3 di 18•