Notizie
arsenico: 10 o 20? •PDF• •Stampa• •E-mail•

Latina,  14.02.2011

Grande discussione in questi giorni, con relativa denuncia in Procura,  sulla "tabella 1" e sui relativi limiti. Cerchiamo di fare chiarezza. La tabella 1 è uno schema annesso ad una informativa dell'Istituto Superiore di Sanità, ISS, in una sua raccomandazione sul problema dell'arsenico nelle acque potabili. In tale tabella  per valori di arsenico minori di 10 mcg/l è prevista la piena potabilità, tra 10 e 20 l'acqua viene considerata potabile ma vietata a bambini, anziani o per chi ha patologie, oltre i 20 non è potabile ma utilizzabile per altri usi.

L'ISS specifica chiaramente che la tabella contiene  le condizioni limitative di utilizzo solo in presenza di una deroga della Comunità Europea, CE, per acque con arsenico  fino a 20  mcg/l.

In base a questa tabella, è nata una curiosa distinzione: la "potabilità giuridica" e la "potabilità sanitaria". Ovvero,  secondo quanto dichiarano i sindaci, la ASL li avrebbe invitati ad applicare la tabella 1 nei casi di acqua fino a 20 mcg/l  pur in assenza di deroga in quanto la Regione ha richiesto a fine gennaio alla CE la deroga stessa. Poichè ci sono precedenti deroghe ammesse fino a 20 mcg/l, si presuppone che sarà concessa,  ma  al momento il limite legale è e rimane a  10 secondo legge. Ecco spiegate le varie ordinanze di limitazione dell'utilizzo di acqua potabile secondo i criteri della tabella 1.

Il ragionamento quindi è che, nonostante non sia certificata   la potabilità giuridica a 10 mcg/l,   poichè si è in attesa della concessione della deroga nel frattempo in presenza di valori tra 10 e 20 mcg/l  si può applicare  la "potabilità sanitaria" a 20 mcg/l e quindi la tabella 1. Da tener presente che tra  la richiesta della precedente deroga e la sua negazione, sono passati 10 mesi!

L' OTUC si riunirà domani 15 febbraio per discutere la situazione. Fino ad allora non esprimiamo giudizi.

 
Incontro Otuc-Acqualatina 20.1.2011 •PDF• •Stampa• •E-mail•

Si è svolto il 20 gennaio u.s. un incontro tra  le associazioni firmatarie del protocollo d’intesa  e  Acqualatina presso la sede di Acqualatina con i seguenti punti all’o.d.g.:

  1. REGOLAMENTO CONCILIAZIONE E PROTOCOLLO D’INTESA _ RATIFICA MODIFICHE ED EVENTUALI AGGIORNAMENTI PROPOSTI DALLE ASSOCIAZIONI
  2. MODIFICA MODALITA’ STESURA DELLE PROPOSTE DELLA CAMERA DI CONCILIAZIONE INOLTRATE ALLA DIREZIONE
  3. FLASH SU ARSENICO
  4. Flash su MINTURNO
  5. PUNTI ACQUA COMUNALI _ AVVIO PROGETTO PILOTA COMUNE DI NORMA
  6. NUOVA BOLLETTA E PAGAMENTO TRAMITE SISAL
  7. NUOVO SITO WEB
  8. NUOVA PROCEDURA ALLACCI RETE IDRICA E FOGNARIA
  9. FLASH SU TORBIDITÀ

L'ordine del giorno non è stato esaurito per cui è prevista una nuova seduta a breve.

Per quanto riguarda il primo punto,  la richiesta di modifiche è stata concordata in sede Otuc dopo varie riunioni tra le varie associazioni componenti. Si è ravvisata l’opportunità di specificare le associazioni che intendono partecipare attivamente, con riunioni periodiche, alle proposte di modifica del regolamento idrico e di segnalare al gestore eventuali disfunzioni di servizio e le associazioni che non intendono partecipare ad alcuna riunione e che hanno per obiettivo l' utilizzazione della camera di conciliazione,

La proposta del Dott. Romanò è stata  quella di creare un protocollo d’intesa con le associazioni firmatarie, Acqualatina e l’Ato 4 al fine di creare un tavolo di concertazione che periodicamente si riunisce  per discutere dei vari problemi della gestione della risorsa idrica,

In merito al problema arsenico,  le associazioni hanno contestato l’amministratore per non averci mai informato nel passato di tale problematica. Inoltre le associazioni  non sono mai state convocate alle  riunioni che si sono tenute in modo costante negli ultimi tempi. Abbiamo infine chiesto di inoltrarci tutte le informazioni su  quanto è stato fatto in questi anni sul problema dell’arsenico e di quanto si stà facendo adesso

In merito al flash sul  comune di Minturno relativo ad una sanatoria per utenti non regolarmente contrattualizzati, abbiamo contestato duramente l’amministratore che ha sottoscritto un  accordo con il comune di Minturno per sanare irregolarità sui contratti dei vari utenti ivi residenti  senza che le associazioni ne fossero state messe a conoscenza. L'accordo  a nostro giudizio è positivo ma  non può  interessare un solo comune ma deve essere esteso  a tutti i comuni dell’ATO 4. Non è inoltre accettabile che  questo accordo scarichi  la responsabilità penale, in caso di dichiarazione mendace, sull’utente e non più al comune come ha fatto fino a tutto settembre 2010.  Riteniamo infatti che con quest’accordo da una parte il comune di Minturno si tira fuori da ogni responsabilità e dall'altra Acqualatina accetta una semplice autodichiarazione degli utenti sprovvisti di qualsiasi documento che comprovi la regolarità dell’allaccio alla fognatura  con una piccola penale di euro 50,00. L'Otuc ha fatto presente all’amministratore che questa procedura, non prevista dal regolamento idrico,  deve assolutamente essere estesa a tutti gli utenti che, pur essendo allacciati regolarmente, non si trovano più in condizioni di dimostrare la loro posizione con materiale cartaceo anche a causa della assoluta carenza di documentazione nei comuni di residenza.

Gli altri punti all’odg sono stati rinviati alla prossima riunione.

 
ARSENICO: IL PUNTO •PDF• •Stampa• •E-mail•

Le notizie che si sono diffuse sul contenuto in arsenico delle acque potabili nell'ATO4 ·sono preoccupanti ma non sempre risultano ·di immediata comprensione ed a volte in contrasto tra loro a seconda della provenienza. Cerchiamo di fare il punto della situazione a inizio gennaio 2011.

Cliccando su questo·link si apre una pagina ove Acqualatina fornisce una carta dell'ATO4 con la media del contenuto di arsenico rilevato nel primo semestre del 2010 suddiviso per comune.

La carta presente a questo ·link mostra invece la situazione di partenza nel ·2004.

•Leggi tutto...•
 
TRUFFA ALL'ARSENICO •PDF• •Stampa• •E-mail•

A seguito dello svilupparsi del problema dell'arsenico nell'acqua potabile, giunge notizia che sono proliferate le offerte di dearsenificatori casalinghi fatte da pseudo-aziende senza molti scrupoli.

Informiamo i cittadini che i dearsenificatori sono impianti di una certa mole e complessità, non certo adatti a essere stipati sotto il lavandino di casa. Quindi grande prudenza quando si sentono offerte roboanti.

•Leggi tutto...•
 
ACQUALATINA SULL'ARSENICO •PDF• •Stampa• •E-mail•

Acqualatina ha emesso vari comunicati stampa sulla situazione dell'arsenico nell'ATO4 e sulle misure che ha preso per risolvere il problema. Cliccando qui è possibile leggerli nella loro versione integrale.

 
<< •Inizio• < •Prec.• 11 12 13 14 15 16 •Succ.• > •Fine• >>

•Pagina 16 di 16•