Acqualatina
C.S. ACQUALATINA 24-08-2015 •PDF• •Stampa• •E-mail•

COMUNICATO STAMPA


Latina, 24 agosto 2015

Acqualatina risponde ai 5 Stelle di Castelforte: Gestore e Amministrazione Comunale in costante contatto per la risoluzione tempestiva di problemi e disservizi.
Nessun guasto continuativo, né su Castelforte, né su S.S. Cosma e Damiano.

In riferimento all'articolo pubblicato su Il Giornale di Latina, dal titolo "Acqua a intermittenza, disagi a Castelforte", Acqualatina ritiene doveroso precisare che i "continui disservizi" lamentati dagli attivisti 5 Stelle non sussistono né nel Comune di Castelforte, né in quello di Santi Cosma e Damiano.
Peraltro, Acqualatina è in continuo contatto con l'Amministrazione Comunale di Castelforte proprio per avere continue informazioni in merito al servizio erogato e, dunque, un guasto, non appena riscontrato, viene prontamente segnalato e risolto in tempi celeri.
Ad ogni modo, qualora vi fossero specifiche problematiche che interessano parte delle utenze e di cui il Gestore non è ancora al corrente, al fine di permettere un tempestivo intervento tecnico, si consiglia di comunicare i disservizi al Numero Verde 800 626 083, o all'indirizzo email del Servizio Clienti:  •Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.• <mailto: •Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.• >.

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.

 
C.S. ACQUALATINA 06-08-2015 •PDF• •Stampa• •E-mail•

COMUNICATO STAMPA


Latina, 06 agosto 2015

Investimenti ad Aprilia: al limite del paradosso le affermazioni di Mammucari.
Ad Aprilia investiti oltre 10 milioni nonostante l'altissimo tasso di morosità.

Il segretario del Pd di Aprilia, Mammucari, si esprime oggi, attraverso diversi organi di stampa, circa gli investimenti effettuati da Acqualatina nella città di Aprilia, lamentandone l'insufficienza, citando, poi, il caso specifico del depuratore di Aprilia.
Ci sono diversi elementi da chiarire che rendono le affermazioni di Mammucari paradossali:

-         In primo luogo bisogna ricordare che proprio il territorio di Aprilia si contraddistingue per l'altissimo tasso di morosità.

Si tratta di un primato assoluto nell'ATO4, pari al 30% delle utenze comunali contro la media del 9% del resto dell'Ato4.

Per avere un'idea del danno sulla collettività di tale situazione, basti pensare che si calcola che se il tasso di morosità nel solo Comune di Aprilia rientrasse nella media dell'Italia centrale, pari al 3%, nell'intero Ato4 si avrebbe una diminuzione della tariffa di quasi il 2%, con conseguente beneficio di tutti gli Utenti del territorio.



-         In secondo luogo, è opportuno ricordare che gli investimenti vengono deliberati dalla Conferenza dei Sindaci e Presidenti.
Nonostante in tale sede, i Sindaci abbiano dato indicazione di limitare gli investimenti ad Aprilia, considerando proprio l'alto peso collettivo della morosità di Aprilia, comunque importanti investimenti sono stati effettuati ad Aprilia e per Aprilia.
Si tratta di un importo di oltre 10 milioni che ha garantito il raggiungimento di importantissimi obiettivi:

·       l'ampliamento e il potenziamento dei depuratori comunali

·       l'ammodernamento delle reti idrica e fognaria

·       l'installazione di moderni dearsenizzatori che hanno permesso di debellare l'annoso problema dell'Arsenico, divenendo, Acqualatina, il primo gestore del Lazio ad aver assolto gli obblighi dettati dalla UE entro i tempi stabiliti.



-         Per quanto riguarda l'ampliamento del depuratore, si precisa che è frutto di un cofinanziamento ATO4 - Regione Lazio e se i lavori sono fermi non è certo a causa della mancanza del contributo da parte dell'ATO4/Acqualatina che, invece, è stato finora assicurato in rapporto alle attività svolte.
E' di certo paradossale, però, rivendicare investimenti, laddove peraltro già vengono regolarmente effettuati per quanto di competenza di Acqualatina, mentre non si fa nulla per combattere il fenomeno illegale della morosità, alcune volte, al contrario, supportato e giustificato dagli stessi esponenti pubblici.
L'auspicio è sempre quello di attivare, nell'interesse della collettività, una collaborazione, anche critica ma costruttiva, con il gestore, che ha la responsabilità di un servizio pubblico essenziale e che riscontra, invece, una serie di ostacoli di varia natura che a volte vanno, direttamente o indirettamente, a discapito del servizio all'utenza apriliana.

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.

 
C.S. ACQUALATINA 03-07-2015 •PDF• •Stampa• •E-mail•

COMUNICATO STAMPA


Latina, 3 luglio 2015

Acqualatina risponde al M5S di Formia sulla presa in gestione del Servizio Idrico Integrato (S.I.I.) di Ponza e Ventotene.
Dichiarazioni infondate e assurde, lontane da quanto documentato in atti ufficiali.

In questi giorni sono state pubblicate delle nuove esternazioni, infondate e assurde, del Movimento 5 Stelle di Formia, in relazione alla presa in gestione de Servizio Idrico Integrato nelle Isole Pontine di Ponza e Ventotene, da parte di Acqualatina.
Si parla di "regali" fatti ad Acqualatina e di altre follie simili.
Di seguito i fatti reali e tra l'altro diffusamente documentati e verificabili.

·          La presa in gestione del S.I.I. nelle Isole. Acqualatina, come gestore unico del Servizio Idrico Integrato nel territorio dell'ATO4, di cui fanno parte le isole pontine, in base a quanto previsto nella Convenzione di Gestione, è tenuta alla presa in gestione del servizio alle isole.

Non è stato, dunque, "regalato" alcunché.

·          Costi e bollette. Si parla, poi, di costi relativi alla costruzione degli impianti di dissalazione, che Acqualatina avrebbe inserito in bolletta, negli anni passati.

La realizzazione di questi impianti non comporta alcun onere per la tariffa del S.I.I., né passata, né presente, né futura, in quanto, appunto, in base al Protocollo d'Intesa, la loro realizzazione è coperta interamente dal finanziamento regionale.

Come già ribadito mille altre volte, gli utenti non hanno mai pagato alcunché, per i dissalatori, e mai pagheranno tali oneri, neppure in futuro.

Peraltro, come documentato da atti pubblici e ufficiali, la tariffa applicata da Acqualatina prende in considerazione solo gli investimenti realmente effettuati.

In sostanza, gli investimenti possono essere presi in considerazione, ai fini del calcolo della tariffa del S.I.I., solo dopo la loro concreta realizzazione e l'effettivo accertamento della loro entrata in funzione.

I dissalatori non sono ancora stati realizzati e, quindi, sarebbe comunque impossibile prevederne la copertura in bolletta.

Anche in questo caso, dunque, chi si esprime non ha la minima nozione in materia.

·          Proprietà degli impianti. Inoltre, al pari del resto del territorio, gli impianti che verranno costruiti resteranno di proprietà dei Comuni, quindi di proprietà pubblica e Acqualatina si occuperà di gestirli per tutta la durata del contratto di gestione.

·          Tempistiche di realizzazione degli impianti di dissalazione. In merito alla realizzazione degli impianti di dissalazione, messa in dubbio nelle affermazioni del M5S, si specifica che questi verranno realizzati secondo un preciso cronoprogramma in base al quale è assicurata la loro progressiva entrata in funzione a servizio delle isole entro i tempi stabiliti nel Protocollo d'Intesa.

Fino a quel momento il servizio di trasporto resterà attivo per soddisfare il fabbisogno delle isole.


Da ultimo, va evidenziato che, con la realizzazione di questi investimenti, aumenteranno, nel complesso, gli interventi a favore delle Isole e dell'intero Ato4, poiché le quote di finanziamento previste dal piano d'ambito dell'ATO4  per la realizzazione, nel sessennio 2018-23, degli impianti di dissalazione, saranno utilizzate, per la realizzazione di altri interventi finalizzati all'ottimizzazione ed allo sviluppo dell'intero sistema idrico integrato delle isole pontine. In proposito è già stato predisposto, ed è in fase di approvazione da parte di ATO4, l'aggiornamento del Piano d'ambito.
Nessun "regalo" e nessuna inadempienza, dunque, solamente una posizione aprioristica e critiche infondate, sistematicamente smentite da fatti e documenti pubblici.

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.

 
C.S. ACQUALATINA 03-07-2015 •PDF• •Stampa• •E-mail•

COMUNICATO STAMPA
Latina, 3 luglio 2015

Acqualatina prende in carico il servizio di trasporto dell’acqua alle Isole Pontine.

A partire dal 1 luglio, Acqualatina ha preso in carico il servizio di trasporto dell’acqua alle Isole Pontine in conformità a quanto previsto dal Protocollo d’Intesa attualmente in fase di approvazione in Regione Lazio.
Nella giornata di ieri è stato formalizzato il contratto con l’impresa competente, individuata con apposita gara d’appalto.
In vista di tale impegno, Acqualatina aveva già effettuato degli interventi utili, appunto, all’approvvigionamento delle isole pontine: a partire dai lavori sul territorio di Gaeta, indispensabili per assicurare l’erogazione dell'acqua necessaria all’alimentazione delle navi-cisterna a servizio delle Isole.
La scelta di adeguare le strutture per l'erogazione dell’acqua dal porto di Gaeta comporta già una riduzione dei costi a carico della collettività rispetto all’attuale utilizzo del solo porto di Napoli.

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.

 
C.S. VEOLIA - 23-06-2015 •PDF• •Stampa• •E-mail•

 Comunicato Stampa da parte della società Veolia.



Latina, 23 giugno 2015


Nella giornata odierna, la stampa locale della provincia di Latina ha riportato dichiarazioni, attribuite ad alcuni esponenti politici, in merito al ruolo che il socio industriale di Acqualatina S.p.A., Veolia, avrebbe avuto nelle decisioni prese nell'Assemblea dei Soci.
In merito a ciò, si ritiene importante chiarire che le suddette dichiarazioni non rispecchiano la realtà dei fatti.
Veolia, infatti, in quanto socio industriale, non entra e non è mai entrata nel merito di competenze dell'azionariato pubblico.
Nell'Assemblea dello scorso 23 aprile, a cui le dichiarazioni fanno riferimento, Veolia ha doverosamente aderito alla richiesta, formulata da diversi sindaci, di aggiornamento della seduta, motivata dall'esigenza di approfondire alcuni temi funzionali alla discussione in atto.
L'auspicio del socio industriale è che si vada verso la soluzione più opportuna, nell'ottica della stabilità e della governabilità della Società stessa, con l'individuazione di Consiglieri che, oltre ad assicurare la necessaria competenza, siano in grado di raccogliere il più ampio consenso.

 
<< •Inizio• < •Prec.• 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 •Succ.• > •Fine• >>

•Pagina 8 di 107•