Acqualatina
C.S. ACQUALATINA 21-09-2015 •PDF• •Stampa• •E-mail•

COMUNICATO STAMPA

Latina, 21 settembre 2015

INIZIA IL SECONDO CICLO DI LETTURA DEI CONTATORI PER IL 2015.
A LENOLA PASSERANNO GLI INCARICATI DI PUBBLICO SERVIZIO.

Da lunedì 5 ottobre 2015 il personale autorizzato da Acqualatina effettuerà il secondo ciclo di lettura dei contatori idrici per il 2015 nel Comune di Lenola.
Il personale è qualificabile come "incaricato di pubblico servizio", si richiede pertanto agli utenti la massima collaborazione.

Il personale autorizzato effettuerà le letture dei contatori e le verifiche di funzionamento a partire da lunedì 5 ottobre 2015. Le attività per la rilevazione dei consumi si protrarranno fino a sabato 31 ottobre 2015  domeniche e festivi esclusi.

Invitiamo gli utenti ad offrire la massima collaborazione dando accesso ai contatori ed a non ostacolare lo svolgimento delle normali attività di lettura in quanto il personale è identificabile come "incaricato di pubblico servizio".

Nel caso in cui il letturista non possa registrare la lettura del contatore, lascerà al cliente una cartolina per inviare l'autolettura. Questa cartolina deve essere restituita compilata entro cinque giorni per consentire la registrazione del consumo ed inserirlo nella bolletta successiva.

E' possibile inviare l'autolettura anche tramite il sito internet www.acqualatina.it<http://www.acqualatina.it/>, attraverso il menù "Autolettura", alla voce  "Inserisci la tua Autolettura", oppure chiamando il numero verde 800 085 850.

Nel caso in cui non sia possibile registrare la lettura ed il cliente non la invii, la bolletta sarà emessa su un consumo stimato.

Ricordiamo inoltre a tutti i clienti che i letturisti Autorizzati sono dotati di un tesserino di riconoscimento con foto. Ciascun letturista ha inoltre un numero di matricola: chiamando il numero verde 800 085 850 è possibile verificarne l'identità.

Infine, il personale Acqualatina non chiede mai denaro o assegni.
Invitiamo tutti i clienti a verificare l'identità dei letturisti chiamando il numero verde 800 085 850, dal Lunedì al Venerdì dalle 8.00 alle 20.00 ed il Sabato dalle 8.00 alle 13.00.

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.

 
C.S. ACQUALATINA 14-09-2015 •PDF• •Stampa• •E-mail•

COMUNICATO STAMPA


Latina, 14 settembre 2015

Arriva il Bonus Acqua per le utenze con particolari difficoltà economiche.
Nuovi termini per presentare domanda.



Acqualatina rende noto che, a seguito della riforma dell’ISEE apportata dal DPCM n. 159 del 5 dicembre 2013 e  delle modifiche intervenute sulle procedure di rilascio delle certificazioni ISEE da parte degli Enti preposti, le domande per usufruire dell'agevolazione tariffaria di carattere sociale per l'anno 2016 dovranno essere presentate al Gestore a partire dal 1 gennaio 2016 fino al 31 dicembre 2016.

In caso di mancata presentazione della richiesta entro il termine previsto, non sarà possibile usufruire dell'agevolazione anche per coloro che ne hanno usufruito nel passato. L'agevolazione è annuale e, quindi, per usufruirne per gli anni futuri, sarà necessario rinnovare la richiesta ogni anno.

Le domande dovranno pervenire ad Acqualatina tramite la compilazione dell’apposito modulo di "Autocertificazione per l'accesso alle agevolazioni tariffarie di carattere sociale" e dovranno essere accompagnate dalla certificazione ISEE rilasciata nel 2016.

Restano invariate le modalità di richiesta. L'Utente, infatti, dovrà compilare l’apposito modulo disponibile presso gli sportelli e i "Punti Acqua" territoriali, o scaricabile dal sito web www.acqualatina.it<http://www.acqualatina.it>, allegare a questo copia della certificazione ISEE rilasciata nell'anno 2016 e copia di un documento di identità in corso di validità e spedire il tutto alla Casella Postale “Latina CPO 04100 – Latina”, o all’indirizzo email  •Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.• <mailto: •Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.• >. È possibile anche consegnare la documentazione a mano presso gli sportelli o i "Punti Acqua" territoriali.

Si ricorda che, per usufruire dell'agevolazione è necessario:

·         possedere un’abitazione che non sia classificata nelle categorie catastali A/1 (casa signorile), A/7 (villino), A/8 (villa), A/9 (castelli e palazzi di pregio artistico),

·         aver percepito, nell'anno 2014, un reddito risultante dalla certificazione ISEE (data di rilascio anno 2016) pari o inferiore a:

§  6.000 euro, se il nucleo familiare è formato da 1 a 3 componenti

§  7.000 euro, se il nucleo familiare è formato da 4 o più componenti

§  10.000 euro, se il nucleo familiare è formato da 1 o 2 componenti, in cui almeno uno d'età pari o superiore a 65 anni



Per le utenze aventi diritto alla agevolazione tariffaria costituite da famiglie numerose, infine, è previsto un contributo supplementare costituito da un importo su base annua così determinato:

·         € 110,00 per nuclei familiari formati da 5 componenti

·         € 170,00 per nuclei familiari formati da 6 componenti

·         € 200,00 per nuclei familiari formati da più di 6 componenti


Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.

 
C.S. ACQUALATINA 11-09-2015 •PDF• •Stampa• •E-mail•
COMUNICATO STAMPA


Latina, 11 settembre 2015

Numerose sentenze a favore dell'operato di Acqualatina.
Le azioni di recupero crediti e accesso ai contatori del tutto legittime.

Nei giorni scorsi, il Tribunale di Latina ha condannato un utente di Aprilia per aver impedito ai tecnici Acqualatina di accedere al contatore. Non è certo la prima sentenza a favore del Gestore, ma questa presenta una particolarità importante: il Giudice ha ordinato all'utente di consegnare le chiavi per l'accesso al contatore, murato, condannandolo al versamento di una somma per ogni giorno di ritardo nella consegna delle stesse.
Ma, come detto, non è l'unica sentenza a favore dell'operato del Gestore.
Nel mese di luglio scorso, infatti, la Corte D'Appello di Roma ha riconosciuto, ancora una volta, le ragioni di Acqualatina in un caso d'interruzione del flusso idrico per morosità. La Corte ha posto fine a un'annosa questione, nata nel lontano 2004, e ha riconosciuto la piena legittimità delle azioni di sospensione del flusso idrico in caso di grave e perdurante morosità.
Nei mesi precedenti, inoltre, i Tribunali di Latina e Velletri si sono pronunciati in merito alle azioni di recupero del credito, intraprese da Acqualatina nei confronti di alcuni utenti morosi, dichiarandone la piena legittimità e intimando, agli utenti, il pagamento del dovuto.
Particolare attenzione va posta, poi, alla sentenza 1206/2015 emessa dal Tribunale di Latina nei confronti di un utente di Aprilia. La sentenza, infatti, confuta, punto per punto, tutte le contestazioni mosse, negli anni, dal Comitato per l'Acqua Pubblica e dai suoi sostenitori.
La sentenza, lunga ben 18 pagine, sviscera tutte le insussistenze delle eccezioni mosse contro Acqualatina, soffermandosi anche sulla pretesa inesistenza e invalidità della convenzione di Gestione, sulle false affermazioni riguardanti la tariffa ed altri punti, da sempre "cavalli di battaglia" del Comitato.
Le suddette sentenze, appare chiaro, sanciscono definitivamente la piena legittimità dell'operato di Acqualatina e confermano l'impossibilità di prendere in esame pretese palesemente infondate e pretestuose, volte esclusivamente a evitare il pagamento delle bollette.
Peraltro, prima di tali pronunciamenti, già nei mesi estivi del 2014 e nei successivi mesi di ottobre e novembre dello stesso anno, sono state pubblicate diverse sentenze che sancivano la piena legittimità dell'operato di Acqualatina. Questi ultimi pronunciamenti, dunque, più che altro sono una conferma.
"Auspichiamo - afferma l'Amministratore Delegato di Acqualatina, Ing. Raimondo Luigi Besson - che tali pronunciamenti possano metter fine, definitivamente, alle annose e sterili questioni che animano da sempre una parte residuale delle utenze del nostro territorio.
La Società, dal canto suo, continuerà a combattere il grave problema della morosità e a tutelare gli utenti onesti, impegnandosi quotidianamente per offrire, a tutto il territorio, un servizio sempre migliore."

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.

 

 

 
 
C.S. ACQUALATINA 10-09-2015 •PDF• •Stampa• •E-mail•

COMUNICATO STAMPA


Latina, 10 settembre 2015

Chiuse le candidature per il nuovo CdA e Collegio Sindacale di Acqualatina.


Le numerose candidature ricevute testimoniano la volontà di partecipazione ad una realtà affermata e consolidata sul territorio come Acqualatina.
Addessi: "L'avviso pubblico scelta coerente con la linea di trasparenza adottata dalla Società"
Si sono chiuse ieri, 9 settembre le candidature per l'elezione dei membri di nomina pubblica del nuovo Consiglio di Amministrazione e del nuovo Collegio Sindacale di Acqualatina S.p.A. per il triennio 2015-2017.
Le candidature ricevute sono state complessivamente 47, di cui 24 per il CdA, 18 per il Collegio Sindacale e 5 valide per entrambi gli organi.
"Le numerose candidature pervenute - dichiara il Presidente di Acqualatina, Avv. Giuseppe Addessi - confermano la validità, opportunità e positività della scelta societaria di selezionare tramite avviso pubblico i nuovi amministratori, una scelta che conferma il percorso di trasparenza e professionalità già da tempo adottati dalla Società.
D'altro canto, l'importante riscontro avuto dall'iniziativa, testimonia la volontà di partecipazione, ad una realtà affermata e consolidata sul territorio come Acqualatina, dei numerosi professionisti che hanno ritenuto di mettere la propria esperienza a disposizione delle sfide che attendono la Società."

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.

 
C.S. ACQUALATINA 07-09-2015 •PDF• •Stampa• •E-mail•
COMUNICATO STAMPA
Latina, 7 settembre 2015

Servizio depurazione nel Comune di Terracina: investiti 2 milioni di euro.
Dismesso il vecchio depuratore Le Cave e ampliato quello di Borgo Hermada.
Notevoli vantaggi economici e maggior rispetto ambientale.

Nelle scorse settimane, nel Comune di Terracina, sono stati ultimati importanti lavori sull'intero sistema fognario comunale e sugli impianti di depurazione: è stato dismesso il depuratore Le Cave e l'intera rete fognaria comunale è stata dirottata verso il più potente depuratore di Borgo Hermada.
I lavori sono stati eseguiti da Acqualatina, con il prezioso supporto del Comune e della Polizia Municipale di Terracina, della Provincia di Latina e della Sovrintendenza ai Beni Ambientali.
Si è trattato di interventi delicati e difficoltosi che hanno interessato l'intero territorio comunale di Terracina, sin dal lontano 2007. Nel corso di questi anni, infatti, i tecnici hanno settorializzato l'intera rete fognaria comunale per poi convogliare tutte le tubature verso il depuratore di Borgo Hermada, già potenziato proprio a tale scopo.
I lavori sono terminati nel mese di agosto, con la dismissione del vecchio depuratore e hanno richiesto un impegno economico complessivo di circa 2milioni di euro, di cui 500 mila euro nell'ultimo semestre.
Diversi sono i vantaggi che questi lavori hanno apportato a beneficio della collettività:

·         un maggiore rispetto dell'ambiente, grazie ai più efficienti processi depurativi dell'impianto di Borgo Hermada;

·         l'abbattimento dei costi di gestione dell'impianto Le Cave, ormai non più operativo;

·         la possibilità, da parte del Comune di Terracina, di riutilizzare lo spazio del vecchio depuratore per un impiego di pubblica utilità;

·         una maggiore salvaguardia e una rivalorizzazione di importanti aree naturalistiche di cui potranno beneficiare tutti i terracinesi e i turisti, come lo Scoglio delle Sirene, le sorgenti dell'acqua magnesia e dell'acqua solfurea e gli scogli di Cappello del Prete.
Acqualatina ringrazia sentitamente l'intera cittadinanza di Terracina per aver tollerato i numerosi cantieri, aperti negli anni, e ringrazia tutte le istituzioni che hanno permesso il completamento dei lavori.

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.

 

 

 
 
<< •Inizio• < •Prec.• 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 •Succ.• > •Fine• >>

•Pagina 6 di 107•