C.S. ACQUALATINA 23-01-2016 •PDF• •Stampa• •E-mail•

Latina, 23 gennaio 2016


COMUNICATO STAMPA

Richiesta di rettifica ai sensi dell’art. 8 L. 47/1948 all’articolo “Se ne parla in città” pubblicato sul sito web “Valle Sabbia non solo news” il 19/01/2016.

Nell’articolo in oggetto, viene menzionata Acqualatina S.p.A. con affermazioni che ledono l’immagine aziendale. Per tale motivo si ritiene necessario rettificare le dichiarazioni riportate, ovvero che le tariffe siano aumentate del 1000% dopo la presa in gestione del servizio idrico nell’Ato4 – Lazio Meridionale da parte, appunto, di Acqualatina.
Occorre specificare, infatti, che, nell’Ato4 – Lazio Meridionale, non vi è mai stato un simile aumento. Le tariffe applicate da Acqualatina, infatti, sono sempre state (e sono tuttora) nella media nazionale, così come confermato da diverse indagini condotte da soggetti terzi, negli anni.
È necessario, poi, ricordare che le tariffe vengono predisposte e proposte dagli Enti d’Ambito all’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI), che dovrà poi approvarle. I gestori come Acqualatina hanno solo l‘obbligo di applicarle, ed è così in tutta Italia, poiché sancito dall’art.6 della delibera n. 643/2013 emessa dalla stessa AEEGSI, competente, anche per il servizio idrico, a livello nazionale.
Peraltro, da quando è divenuta competente in materia, la suddetta Autorità ha assunto anche l’onere di emanare il cosiddetto Metodo Tariffario, ovvero le linee guida a cui tutti gli Enti d’Ambito devono attenersi in fase di predisposizione della tariffa.
Con quanto scritto, si spera di aver fatto chiarezza e fornito una corretta informazione ai lettori.

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.