DIBATTITO IN REGIONE SUL S.I.I. •PDF• •Stampa• •E-mail•
Avvisi e Notizie

25.02.2010  DIBATTITO IN REGIONE SUL S.I.I.

 

Il giorno 17 febbraio 2010 si è tenuto il corso di formazione dei quadri dirigenti e dei rappresentanti delle Associazioni dei Consumatori sul Servizio Idrico Integrato, presso la sede della Regione Lazio.,Sono state trattate le  problematiche inerenti  la  gestione dei vari Ato  con  riferimento all’articolazione tariffaria, alla gestione della risorsa idrica,  con particolare attenzione alla dispersione idrica e all’incidenza dei costi che vengono spalmati sulle fatture degli utenti .

Abbiamo notato che pur nelle varie realtà di gestione nei vari Ato sia a totale gestione pubblica, sia a totale gestione privata e sia mista le problematiche sulla gestione sono enormi e poco gestibili.

Dagli interventi effettuati, ho capito che ,delegando ai singoli Ato la competenza ad applicare regolamenti e decisioni, su come gestire un  bene così prezioso ed indispensabile, si genera solo confusione e dispendio di risorse economiche senza  trovare soluzioni  per  espletare un servizio migliore ai cittadini

Ritengo che gli Ato  debbano essere eliminati, che la risorsa idrica debba essere centralizzata, ovvero debba essere coordinata a livello regionale con la  previsione di  una unica   autority della risorsa idrica  e la contestutuale  eliminazione di  altri organi come il garante idrico regionale o il co.vi.ri., giacche , a mio avviso,  non hanno alcun potere per  un controllo incisivo  sulla gestione  della risorsa idrica, sia essa pubblica che privata.

Inoltre ritengo che i Comuni  nella loro qualità di proprietari dei  depuratori, delle reti fognarie e delle reti idriche, debbano  fare concreta opera di informazione  per i  cittadini, fornendo loro   l’assistenza necessaria.

Auspichiamo che ci sia una riforma  che richiami a responsabilità tutti e a tutti i livelli: Comuni, Province e Regioni. E soprattutto auspichiamo che  siano disciplinate le modalità di controllo   sia nella fornitura del servizio idrico integrato , sia nella gestione dei costi e sia del personale operante e applicare sanzioni serie e severe ai danni delle aziende che non rispettano i patti sottoscritti